Coding e Pensiero Computazionale all’I.C. “Giovanni Verga” di Palermo

IMG-20181015-WA0002

Durante la Europe Code Week, oltre quaranta insegnanti dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Verga”, hanno iniziato un percorso formativo per acquisire competenze sul tema del Pensiero Computazionale. Il corso si basa sull’esperienza didattica di CoderDojo Palermo con l’ambiente Scratch, che consente di creare applicazioni semplici, fare simulazioni ed utilizzare il codice per applicare le tecniche del pensiero computazionale a qualsiasi disciplina, da quelle scientifiche a quelle umanistiche.

Gli insegnanti stanno apprendendo i metodi di analisi e codifica dei problemi, per elaborare unità didattiche nella propria disciplina, che prevedano l’uso del coding in modo da trasferire queste competenze ai loro allievi. Le lezioni, iniziate ieri, si concluderanno il 22 ottobre.

 

Annunci

CoderDojo Palermo in trasferta a Marsala

 

 

Il 12 e 13 ottobre CoderDojo Palermo ha fatto due interventi a Marsala, ospite del FabLab Western Sicily, per condividere con loro la passione e l’esperienza sulle tematiche Coding e dell’Elettronica

Francesco Passantino ha tenuto un “Corso di formazione su coding e elettronica“, per formare formatori di ragazzi, nell’ambito del progetto #Teen4Kids:

  • Venerdì 12, su come insegnare ai più piccoli a sviluppare e personalizzare un videogioco con Scratch, Makey Makey e Microbit.
  • Sabato 13, su come insegnare ai più piccoli l’elettronica con i circuiti morbidi, MBlock e Arduino.

Circa 100 studenti ed i loro professori delle scuole superiori di Marsala, dopo questo corso, terranno lezioni sul Coding e l’Elettronica agli studenti delle scuole elementari, per diffondere più velocemente le pratiche del Pensiero Computazionale sul territorio.

Le attività, gratuite, sono state svolte dal FabLab Western Sicily in collaborazione con Women Techmakers Palermo, GDG Palermo e si sono svolte nell’ambito della Europe Code Week.

CoderDojo Girls a Palermo

Sabato 16 giugno dalle 10 alle 13, presso Magneti Cowork (in via Emerico Amari, 148 a Palermo, all’altezza del Teatro Politeama), CoderDojo Palermo ha organizzato per 15 bambine con età compresa tra i 7 ed i 12 anni, una lezione gratuita su “Scratch”, un linguaggio didattico progettato dai MIT Media Lab’s di Boston, per l’insegnamento della programmazione.

Quello che segue è un testo preparato da Serena Tudisco su:
http://www.caliaesemenza.it/2018/06/11/coderdojo-palermo-stem
per presentare l’iniziativa:

Uno degli stereotipi esistenti è quello di una presunta scarsa attitudine delle studentesse verso le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) che conduce a un divario di genere in questi ambiti sia interno al percorso di studi che nelle scelte di orientamento prima e professionali poi.

Recenti dati mostrano, ad esempio, che sul totale degli iscritti al 1° anno delle scuole secondarie di secondo grado negli istituti tecnici – settore tecnologico, la percentuale femminile è pari solo al 16,3%. Se si prende poi a riferimento i corsi di laurea, nell’anno accademico 2014/2015 emergono rilevanti differenze di genere tra i vari settori di studio; infatti si registra una presenza massiccia delle donne nell’area Umanistica (75%), mentre tale presenza diminuisce man mano che si passa ad ambiti di carattere più scientifico o tecnico raggiungendo il minimo nell’area di “Ingegneria e Tecnologia” (31%).

Questi dati, che si prestano a diverse letture di carattere sociale, culturale nonché educativo/orientativo, oltre a raccontare un divario di genere nella formazione tecnica, scientifica e tecnologica, evidenziano le difficoltà di accesso delle donne alle carriere tecniche e scientifiche che costituiscono e costituiranno sempre più in futuro un importante bacino di opportunità professionali che si stanno aprendo in tutto il mondo.

Da anni mi impegno per fare diminuire queste divario, del resto sono sempre quella bambina che in una scuola di periferia di Palermo, nei lontani pomeriggi del 1990, andava a fare il corso di “Basic”. Io sono stata fortunata perché non ho incontrato ostacoli in famiglia e non mi sono lasciata influenzare dai pregiudizi, ma a chi è meno fortunato di me offro la mia mano e il mio aiuto, anche alle più piccole, soprattutto alle più piccole: è importantissimo farlo!

Per questo abbiamo abbracciato l’iniziativa internazionale lanciata da CoderDojo per fare aumentare la partecipazione femminile ai suoi LAB.

Fonte dati: Dipartimento per le Pari Opportunità

Foto di: Martina Chillura, Serena Tudisco, Francesco Passantino

Lavoriamo con Arduino!

Francesco Passantino ha tenuto un corso di 9 ore su Arduino, a 30 alunni con età compresa tra i 10 ed i 13 anni. Il corso ha offerto una veloce e completa introduzione all’ambiente di sviluppo basato sulla piattaforma di prototipizzazione rapida ARDUINO, il più diffuso sistema al mondo per l’apprendimento dei principi della progettazione e programmazione di circuiti elettronici.