Lavoriamo con Arduino!

Francesco Passantino ha tenuto un corso di 9 ore su Arduino, a 30 alunni con età compresa tra i 10 ed i 13 anni. Il corso ha offerto una veloce e completa introduzione all’ambiente di sviluppo basato sulla piattaforma di prototipizzazione rapida ARDUINO, il più diffuso sistema al mondo per l’apprendimento dei principi della progettazione e programmazione di circuiti elettronici.

Annunci

Nuove lezioni al Magneti Cowork

Il 7 e il 21 gennaio 2017, dalle 10 alle 13, presso Magneti Cowork (Via Emerico Amari, 148 Palermo), si sono tenute due nuove lezioni gratuite su Scratch, per 20 bambini con età compresa tra i 7 ed i 12 anni.

L’esperienza del CoderDojo a Montpellier

IMG_20161003_122057

Francesco Passantino del CoderDojo Palermo ha partecipato al Training Course “THE LOGIC OF DIGITAL TECHNOLOGIES” svoltosi a Montpellier (Francia), l’obiettivo finale dell’esperienza è stato quello di riportare la conoscenza appresa dai partecipanti nelle diverse nazioni di origine, per avvicinare i giovani europei al pensiero computazionale ed allo sviluppo di codice. Francesco ha tenuto una lezione su Scratch (un linguaggio di programmazione per ragazzi sviluppato al MIT di Boston) e durante il corso ha scambiato esperienze anche su altri argomenti come la logica informatica, la “unplugged computer science”, la pratica dell’open source, Arduino ed il software Scratch for Arduino.

CuZQmmoW8AAHEqm

CoderDojo alla Casa di Paolo

Le attività di CoderDojo Palermo continuano! Oggi pomeriggio sono state formate 15 persone (tra docenti ed operatori) su Scratch. I partecipanti diffonderanno a loro volta la conoscenza sul “Pensiero Computazionale” a ragazze e ragazzi (tra i 7 ed i 12 anni) di Palermo, compresi quelli della Kalsa, dove sorge la Casa di Paolo, luogo dove si svolge l’attività. Grazie a Salvatore Borsellino e Vito Pennisi per averci dato questa opportunità!

img_20160907_175453 img_20160907_175445 img_20160907_175243 img_20160907_191027

Aperte le iscrizioni al I° Corso di Formazione sul pensiero computazionale e Scratch

Il gruppo promotore di CoderDojo Palermo, l’Associazione Inventare Insieme (onlus)”, il Centro Tau e il MED – Associazione Italiana per l’Educazione ai Media e alla comunicazione organizzano un’attività di formazione sul pensiero computazionale rivolta a docenti di scuola primaria e secondaria e a educatori di servizi educativi territoriali rivolti a bambini, adolescenti e giovani interessati ad approfondire le conoscenze sul #coding ed a sperimentare e promuovere il processo CoderDojo.

Gli incontri formativi verteranno sui concetti chiave il pensiero computazionale, offrendo al contempo una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare bambini, ragazzi e giovani ai concetti di base dell’informatica e del pensiero computazionale stesso. In particolare verranno sviluppati moduli su Scratch.

Il percorso formativo prevede 30 ore di formazione suddivise in :

  • tre incontri formativi da tre ore ciascuno che si svolgeranno il 7 febbraio, il 14 febbraio e il 28 febbraio 2015, dalle 9,30 alle 12,30
  • attività individuale di “sperimentazione” di almeno 12 ore nei “luoghi” formativi ed educativi degli insegnanti e degli educatori coinvolti;
  • 3 ore di focus di valutazione dell’esperienza;
  • un incontro conclusivo di una giornata previsto per il 9 maggio 2015.

Le iscrizioni, a numero chiuso, massimo trenta, sono aperte a dirigenti e docenti della scuola primaria, della scuola secondaria di I e II grado e ad educatori di Centri Socio Educativi di Aggregazione Giovanile e di servizi all’infanzia. Tutti gli iscritti dovranno impegnarsi ad effettuare il periodo di sperimentazione di 12 ore previsto dal percorso ed a promuovere ed implementare il processo CoderDojo.

La scheda di iscrizione è disponibile su web all’indirizzo: http://goo.gl/2cdlV1

I docenti/animatori del percorso formativo sono: Francesco Passantino, coordinatore CoderDojo Palermo, Giusi Carini, insegnante, docente CoderDojo, Francesco Di Giovanni, coordinatore del Centro TAU, Gianna Cappello, presidente del Med – Associazione Italiana per l’educazione ai Media e alla Comunicazione.
La sede del percorso formativo è a Palermo, Via Cipressi, 9/C, presso il Centro TAU – Officina di Promozione Socio Culturale.

A conclusione del percorso formativo, ai partecipanti verrà rilasciato, dall’associazione MED, Ente di Formazione accreditato dal MIUR. un attestato di partecipazione.

Il processo CoderDojo è finalizzato a promuovere sul territorio attività gratuite il cui obiettivo è l’insegnamento della programmazione informatica ai più piccoli. CoderDojo è un movimento aperto, libero e totalmente gratuito organizzato in centinaia di “club” indipendenti sparsi in tutto il mondo. Ogni “club” Dojo organizza le proprie attività senza scopo di lucro, rispettando le indicazioni della Charter internazionale stilata dalla Fondazione Internazionale CoderDojo (www.coderdojo.com ). Le attività di formazione dei club CoderDojo, rivolta a bambini e ragazzi, ruota intorno al gioco, lo scambio reciproco ed il peer learning, secondo l’unica regola fondamentale di ogni dojo: Be Cool. Le attività di CoderDojo sono finalizzate ad insegnare a bambini e ragazzi che esiste un potenziale utilizzo delle nuove tecnologie che va ben oltre l’utilizzo passivo della tecnologia, trasformandoli in utilizzatori attivi in grado di adattare strumenti e tecnologie ai propri bisogni. Il primo CoderDojo Palermo nasce all’interno del Centro TAU, un’Officina di Promozione Socioculturale presente nel quartiere Zisa da 26 anni e da sempre impegnato nella promozione di interventi innovativi nel settore dell’educazione e della formazione delle nuove generazioni.

Scratch è un linguaggio di programmazione didattico che consente di elaborare storie interattive, giochi, animazioni, arte e musica. Inoltre permette di condividere i progetti con altri utenti del web. Il linguaggio, ispirato alla teoria costruttivista dell’apprendimento e progettato per l’insegnamento della programmazione tramite primitive visive, è adatto a studenti, insegnanti e genitori, ed utilizzabile per progetti pedagogici e di intrattenimento che spaziano dalla matematica alla scienza, consentendo la realizzazione di simulazioni, visualizzazione di esperimenti, animazioni, musica, arte interattiva, e semplici giochi. L’idea di questo linguaggio è che anche i bambini o le persone inesperte di linguaggi di programmazione possono imparare importanti concetti di calcolo matematico, a ragionare in modo sistematico, a pensare in modo creativo e anche a lavorare partecipativamente.

Da HTML al diario online

IMG_20141220_125437

 

Si è concluso oggi il modulo di linguaggio HTML dedicato ai ragazzi tra gli 11 ed i 13 anni.

Il corso, articolato in due lezioni, la prima con il mentor Mario Malcangi e la seconda con il mentor Francesco Passantino, ha permesso agli allievi di comprendere la struttura dei siti web e delle singole pagine interconnesse tramite i link. Sono stati analizzati i tag di base, come body, h, p, img, ol, ul, table, … sino ad arrivare agli aspetti visivi ottenuti con i collegamenti a fogli di stile esterni.

Le lezioni si sono concluse con l’introduzione agli strumenti WYSIWYG per la creazione di contenuti HTML e con l’illustrazione del percorso necessario per registrarsi sulla piattaforma WordPress per creare un Blog personale ed i primi articoli online.

Robotica con Lego Mindstorm

10440682_614298342010148_8817412682164225471_n 10806322_614298315343484_1346017419670488368_n 1506460_614298235343492_4834932555410576332_n 10806322_614298198676829_1998061893265389527_n

Dal 14 al 29 novembre si svolgerà, presso il Centro TAU di via Cipressi 9, il laboratorio di robotica con Lego Mindstorm. Obiettivo del corso è quello di formare i ragazzi dai 9 ai 12 anni sulla progettazione e realizzazione di comportamenti intelligenti per l’interazione con l’ambiente, il corso è tenuto da Giusi Carini e dagli ingegneri Sergio Tropea ed Angelo Milazzo. L’iniziativa rientra nella settimana europea della robotica.

Il laboratorio intende promuovere l’apprendimento costruttivista e attivo con la didattica dell’imparare facendo e divertendosi, due aspetti cruciali per promuovere l’interesse dei bambini per lo studio della tecnologia e l’ acquisizione di nozioni base sulla programmazione e sul funzionamento dei robot.

Programma del corso:

1° INCONTRO (15/11/2014)
Il mentor presenta il lavoro suscitando curiosità, interesse, aspettativa, motivazione. Presenta i materiali per la costruzione del robot e ne illustra le caratteristiche. Divide i partecipanti in gruppi eterogenei e assegna i compiti. Questi prendono visione dei materiali, li manipolano, li sistemano nei contenitori ed iniziano la fase di costruzione seguendo le istruzioni.

2° INCONTRO (22/11/2014)
Il mentor introduce i primi concetti sui sensori del robot collegandoli ai sensi dell’uomo, sulle componenti meccaniche (servomotori) sugli elementi che consentono al robot di interagire con l’ambiente sugli attuatori, ovvero gli strumenti che permettono al robot di compire un’azione Continuano la costruzione del robot.

3° INCONTRO (29/11/2014)
Il mentor presenta gli elementi che permettono di programmare il robot e il software. Si realizzano percorsi e competizioni tra i robot.